Memories. Alla scoperta del Comune di Fagnano Alto

Riguardo le origini di Fagnano Alto, già a partire dal III – IV secolo a.C,. se ne ritrovano i primi cenni storici.
In cima all’antico colle Ofanianum e sui resti dell’ antica roccaforte Vestina nel XI secolo, venne costruito il Castello di Fagnano, posto in una splendida posizione panoramica dalla quale è possibile godere della vista della valle dell’Aterno e delle catene del Gran sasso e del Sirente.
Tale costruzione rappresenta il tipico esempio di castello medioevale composto da un borgo fortificato, tre torri e 2 porte ogivali.

L’importanza storica di Fagnano Alto è legata alla storia dell’Aquila ed alla sua costruzione alla quale prese parte unitamente agli altri Castelli ricevendone per questo un quartiere ( dove si trova l’attuale via Campo di Fossa ), una chiesa ed una porta detta porta di Fagnano. Il castello di Fagnano fu testimone di tutte le vicissitudini storiche che hanno interessato L’Aquila.

Castello di Fagnano Alto

Castello di Fagnano Alto

La proprietà del castello nel corso degli anni passò di mano diverse volte. Nell’anno 1423 subì l’assalto di Braccio da Montone e successivamente nel 1442 un lungo e duro assedio da parte delle truppe di Alfonso D’Aragona.
Nella prima metà del XVI secolo, unitamente a Campana e Stiffe, fu venduto al magnifico Commendator Pignalosa, a quei tempi la comunità di Fagnano era già composta da dieci villaggi come si evince dalla trascrizione di una epigrafe riportata da M.Accursio: “Ripae unius ex decem pagis fanianis agri aquilani

Nel 1553 la proprietà passò a Pietro Gonzales di Mendoza mentre nel 1565 ne fu signore Giuseppe Caraffa fino alla successiva occupazione dei francesi. Più tardi il castello fu proprietà in successione dei Romanelli, dei Capponi di Amatrice e dal 1693 dell’Alessandri dell’Aquila.

Borgo di Fagnano Alto

Borgo di Fagnano Alto

In tempi recenti ( XIX secolo ) il castello fu sede del Comune di Fagnano Alto successivamente abbandonato per la precaria stabilità dell’edificio.