Memories. Barisciano: Santa Maria in Valleverde

La chiesa di Santa Maria in Valleverde è stata completata nel 1580 e ha aspetto rinascimentale. La facciata è divisa in due livelli da una cornice: il semplice portale ha una lunetta curva con bassorilievi, e la parte superiore della facciata ha una vetrata centrale incastonata in due colonne che formano quattro bucature eguali. È affiancata da due piccole finestre con architrave rinascimentale. Il campanile è a vela. Sul lato sinistro si trova un porticato che sorregge un edificio utilizzato come lazzaretto durante i periodi di epidemie.
Conosciuta anche come Madonna dell’Assunta, sull’Altare maggiore conserva l’immagine della Madonna che ha dato origine alla chiesa. Secondo la tradizione, infatti, la Sacra Immagine fu protagonista di un vero e proprio miracolo. Seguendo il racconto di Angelo D’Onofrio “ una vecchierella del paese, Maria Arquilla, che andava spesso a fare ivi orazione, un giorno, vide, beata! Vide scorrere lacrime dagli occhi della sacra immagine”. L’icona diventò luogo di preghiera e culto non solo per i bariscianesi, ma anche per numerosi stranieri che si recarono a Barisiciano per venerare la Madonna di Valleverde. L’immagine di Maria fu distaccata dal muro e posta tra i marmi dell’altare maggiore della chiesa. Al suo posto fu collocata una croce che, ancora oggi, è il simbolo dell’evento miracoloso.